Le professioni dedicate alla cura e all’assistenza a supporto della sofferenza fisica sono tra le più complesse, non solo per l’elevata preparazione tecnica richiesta, ma anche per la responsabilità e il carico emotivo che gli operatori si trovano a dover gestire.

Il paziente, sperimentando un momento di fragilità fisica, manifesta la necessità di un sostegno, di un contenimento emotivo, di un interlocutore in grado di accoglierne le crisi.

La qualità della relazione umana che si instaura tra terapeuta e paziente, tra assistente e assistito, è più che mai essenziale.

Molto spesso la componente di carico emotivo accumulata nell’interazione relazionale viene sottovalutata dai percorsi formativi universitari, maggiormente concentrati sugli aspetti funzionali allo svolgimento della professione in senso stretto.

I percorsi formativi proposti hanno l’obiettivo di fornire tecniche e strumenti per accrescere le competenze comunicative e relazionali di medici, infermieri, assistenti, volontari, e di tutti coloro si occupano di fornire le cure.

Corsi di formazione specifici

  • “La relazione medico-paziente”
  • “La relazione infermiere-paziente”
  • “Accompagnamento alla vita: strumenti per Ostetriche e medici specializzati in Ginecologia”
  • “La relazione con i bambini: strumenti per dottori in Pediatria”
  • “Sostegno emotivo alle vittime di violenza”
  • “Contenimento emotivo e cura negli ultimi giorni”
  • “Team building e dinamizzazione delle risorse dell’Unità Operativa”
  • “Il dialogo con il pubblico”

Percorso di formazione

“Comunicazione e relazione all’interno dell’ospedale: strumenti di Etica delle Relazioni Umane”.  Il percorso è strutturato in 21 seminari tematici della durata di 4 ore (84 ore totali), che permettono di integrare gli strumenti della metodologia applicandoli alla professione medica a 360°.

Prenota  

Domande Frequenti

FAQ

D) Con i miei pazienti ho già un rapporto meraviglioso, che strumenti potrei acquisire con un percorso di formazione all’Etica delle Relazioni Umane?

R) Gli strumenti che vengono proposti permettono di allenarsi all’intelligenza emotiva e di approfondire la consapevolezza di sè.

Il confronto con i pazienti sarà quindi arricchito da una maggiore comprensione delle dinamiche emotive sottostanti la relazione, permettendo al paziente di sentirsi ascoltato e supportato oltre la diagnosi e il decorso della malattia.

D) Mi occupo di assistenza a persone con gravi patologie che ne pregiudicano la capacità di comunicare: un percorso formativo all’Etica delle Relazioni Umane mi sarebbe utile?

R) Sì.

Il Metodo dell’Etica delle Relazione Umane permette di giungere a un ascolto empatico e a una comunicazione oltre le parole: comprendere le manifestazioni degli individui non solo da un punto di vista cognitivo ma anche da un punto di vista emotivo, tramite il rispecchiamento, è facilitante anche nelle relazioni più delicate.

Le altre Formazioni

Individuale

Aziendale

Genitori

Insegnanti

Psicologi

Formatore